MeteoFlash

Appassionati amanti della Meteorologia
 
IndiceIndice  PortalePortale  CHAT-FMCHAT-FM  FlashMeteoFlashMeteo  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 DIARIO ESTATE 2008

Andare in basso 
AutoreMessaggio
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: DIARIO ESTATE 2008   Lun Giu 16, 2008 11:06 pm

14 maggio
Grave siccità nella pianura emiliana

4 maggio 2008: ore 18:16. Stanno ulteriormente peggiorando le condizioni dei terreni della pinaura emiliana. Tutti gli indici che misurano la quantità di acqua presente nei suoli e il grado di sofferenza delle colture parlano ormai di siccità da grave a gravissima. Non piove in modo serio da troppo tempo, e come si può vedere nella carta tematica che indica il percentile di acqua disponibile, gentilmente tratta dal sito dell'ARPAER, la situazione è molto preoccupante. Le zone di pianura più penalizzte sono tutte le aree di pianura centro-orientale, definite in siccità grave, mentre le aree del modenese, ferrarese e bolognese sono in siccità gravissima. Il colore rosso poi esprime addirittura 0 mm presenti nei suoli, ergo una situazione eccezionale!

speriamo nella pioggia...

e la pioggià arrivò okki

19 maggio 2008: ore 16:55. Come da previsione, con l'ingresso dei venti da nord-est e la risalita delle correnti cicloniche in quota collegate al minimo sul basso Tirreno, sono giunti i primi temporali tanto attesi anche sull'Emilia. Nei prossimi due giorni la regione dovrebbe ricevere quantitativi di piogge ragguardevoli, tra i 30 e i 50 mm.



19 maggio 2008: ore 15:39. Le grandi piogge cadute al Nord nei giorni scorsi non rimarranno isolate: i cumulati di pioggia previsti per i prossimi 7 giorni, stante il modello americano GFS, saranno ancora imponenti per il Centro Nord. Si prevedono infatti di nuovo accumuli di pioggia compresi tra 100 e 200 mm per buona parte del Centro Settentrione e la Sardegna. Solo l'estremo Sud Italia sembra rimanere al di fuori di questi eventi piovosi.



quantitativi in mm sono davvero ragguardevoli, e in molti casi se sommati a quelli di ieri superano abbondantemente i 100mm



20maggio
L'analisi satellitare pomeridiana evidenzia in tutta la sua forza il ciclone italico che da due giorni sta flagellando il centro-nord con piogge anche insistenti e diffusi nubifragi. Il minimo al suolo è posizionato sull'alto Tirreno, e l'aria gli si invortica intorno con circolazione antioraria. A nord-ovest vediamo la depressione nord-atlantica pronta a sferrare il suo attacco sulla penisola iberica: dall'evoluzione di tale figura barica dipenderà il tempo sulle nostre regioni nel medio termine. Infine notiamo ancora i temporali che si formano sulla linea di confine tra l'alta sub-tropicale orientale e l'aria più fredda settentrionale.


26maggio
E IL TERMOMETRO IMPENNA!!! primi 34° Bologna!!!

28maggio

omba d'acqua imminente ovest Italia

La cartina elaborata dai modelli matematici è eloquente, come evidenziato dai vari articoli del Meteo Giornale, da questa sera, un'ondata di maltempo di esagerata intensità, investirà le regioni occidentali italiane, in particolare, il Piemonte, la Corsica orientale e quella meridionale esposta ai venti di sud est, gran parte della Sardegna. Su queste zone sono attese piogge mediamente tra i 50 ed i 100 millimetri. Non è da escludersi, tuttavia, che nelle aree soggette a stau, cadano valori superiori, con nubifragi e conseguenti violente e rapide piene di torrenti e fiumi.




Europa orientale sempre calda!
L'ondata di caldo che sta investendo l'Italia colpisce anche altri stati dell'Europa orientale, ove oramai le temperature sono estive. Le ultime rilevazioni danno ben 35 gradi su Belgrado! Segue Sofia, con 34, poi Bucarest 32 e Tirana 31. Notevoli anche i 27.9 di Vienna, Praga 24, Berlino 23.8, Amsterdam 23.4.

29 maggio

Imponente sistema nuvoloso in Romagna
In queste situazioni è davvero difficile per i modelli prevedere l'esatta collocazione dei sistemi nuvolosi e temporaleschi. Dal satellite all'infrarosso termico possiamo osservare un' imponente struttura nuvolosa proprio in Romagna. Temporali anche forti sono segnalati in zona.



DAGLIENE PURE!!!!!!!!! cheers

Maltempo killer, emergenza alluvionale sul Piemonte
Temporali su Italia centrale, rotta su Romagna
Piemonte, fiumi a rischio esondazione
33°C nella pianura friulana, valori eccezionali
Cuneese, alluvione nei monti
TORINO, prime evacuazioni in città
Il Po rompe gli argini a Crissolo
TORINO: forti timori d'esondazio

30maggio

questa notte bella processione di temporali! 4h di botti!!



Nelle Marche due giorni di passione: dal caldo africano ai violenti temporali!

Il 28 Giugno l'alito africano che ha fatto battere diversi record di caldo al Sud e su parte del Centro, ha finito col dire la sua anche nelle Marche, fino a quel momento parzialmente risparmiate dalla canicola fuori stagione. Così si sono registrate temperature eccezionali per il mese di maggio, sebbene anche nelle primavere scorse si siano avute brevi parentesi con temperature pesantemente sopramedia in questo periodo... Il cielo sereno e i venti deboli, spesso contrari alla direzione di provenienza delle rinfrescanti brezze marine, hanno amplificato il caldo, così come la cappa d'afa che ha gravato in alcune zone (unita al cielo giallastro per la sabbia in sospensione). Pertanto si sono avute queste massime:
ASCOLI PICENO: +35.6°!!!
Pollenza (MC): +32.7°
Jesi (AN): +31.5°
Urbino: +31.3°
Senigallia: +30.7°.
Valori tutti sui 10°/13° oltre la media!!!
Ma ieri, stante l'arrivo di aria più fresca e instabile da ponente, si sono accesi forti contrasti con le calde e umide correnti sciroccali, i quali hanno favorito la nascita di temporali anche intensi nelle zone interne. Addirittura una multicella temporalesca si è originata sulle Marche e si è spostata poi verso N/W (cosa decisamente anomala), innescando grandinate e qualche fenomeno violento, seppur breve.
Oggi le correnti occidentali o sud-occidentali seguite al passaggio della perturbazione che ha interessato sopratutto Nord e Tirreno stanno favorendo un miglioramento, con temperature rientrate nelle medie o poco al di sopra. Si segnala comunque dell'instabilità sparsa, specie tra Maceratese e Anconetano.

7giugno

Numerosi temporali su Adriatico
Quando, in Estate, giunge aria fredda ed instabile, i temporali si formano facilmente sul mare, nel corso della notte, in quanto la superficie marina è più calda della terraferma, e fornisce più energia per i moti verticali dell'aria. Questa mattina infatti è l'Adriatico ad essere una vera e propria "fucina" di temporali. Un nucleo temporalesco sta investendo la Romagna e le Marche, mentre piogge da stau, dovute alle correnti da est, stanno interessando il Piemonte occidentale.



Anticiclone delle Azzorre inesistente,anomalia che durera' ancora per diversi giorni,similitudini con ll'estate 1984 a cui fece seguito un gennaio 1985 che retera' nella storia.

GFS: ancora una settimana instabile

Le previsioni del modello matematico GFS, per la prossima settimana, indicano ancora una diffusa instabilità. La mappa degli accumuli pluviometrici segnala piogge insistenti soprattutto lungo la dorsale appenninica e nelle zone interne peninsulari, e sull'Arco Alpino centro orientale



8giugno
ALBERTO 87 che temporali qui al nord ragazzi!!
SHIVIO oggi gia' 2 cellule temporalesche si son formate in lombardia per poi transare verso il piemonte,tanta acqua fulmini e tuoni!

ancora temporali in Emilia
Una cella temporalesca molto insidiosa sta aggirandosi per l'Emilia settentrionale, al confine con il mantovano. Sono ormai numerosi giorni che ogni pomeriggio l'area padana centrale è colpita da temporali, anche molto forti.



confermata fase autunnale in Europa
Giungono conferme dai modelli su una fase molto fresca e piovosa su buona parte del vecchio continente e probabilmente anche in Italia centro-settentrionale. Dalla mappa del 13 giugno di ECMWF si può vedere chiaramente sia la profonda saccatura che dalla Scandinavia scenderà verso sud, sia i minimi al suolo che si formeranno numerosi anche in Italia.



son nevoso

La prossima settimana addirittura si rischierà di vedere la neve scendere sulle Alpi, anche italiane, a quote intorno ai 2000 metri, ma nei rovesci più intensi anche sotto. Zone come il Passo dello Stelvio, il Passo Gavia, il Passo del Fsocagno rischiano di tornare ad ibiancarsi. Aria molto fredda per la stagione infatti scenderà dalla Scandinavia e causerà un repentino calo termico.




temporali su mezza Italia

Anche oggi nessuna tregua. I temporali, come si vede dall'immagine gentilmentre tratta da www.wetterzentrale.de,hanno anche oggi colpito duro su mezza Italia, e stanno ancora sbocciando su molte aree, come il nord-ovest.



10 giugno

Quanto ha piovuto la scorsa settimana?
La pioggia è stata protagonista delle vicende atmosferiche di quest'inizio Giugno. La parte centro-occidentale continentale dell'Europa ha avuto piogge abbastanza considerevoli, ad esclusione della Penisola Iberica, grazie all'insistenza di un lago depressionario alimentato da correnti provenienti dal Vicino Atlantico. Focalizzando l'attenzione sul nostro Paese, notiamo una distribuzione delle piogge decisamente a macchia di leopardo (le zone verdi hanno censito accumuli tra i 50 ed i 100 millimetri), come di norma accade in occasione d'eventi temporaleschi causati dall'atmosfera instabile. La pioggia è comunque giunta a colpire buona parte delle regioni peninsulari, mentre le Isole Maggiori sono state pressoché risparmiate. Da notare, infine, come le Alte Pressioni hanno favorito una settimana siccitosa su Danimarca, Paesi Pcandinavi, Polonia e Russia.



Neve sotto i 1000 metri negli USA nordoccidentali Shocked

Aria fresca e instabile sugli USA nordoccidentali. A mezzogiorno di martedì, ora locale, pioveva con 9°C a Seattle. La neve è tornata sulle Cascades e sulle Rockies settentrionali, a quote superiori a 1200-1300 metri, ma localmente anche più in basso. L'immagine si riferisce a Pullman, m 717, nel sudest dello stato di Washington: si nota le neve sull'automobile in primo piano




11 giugno

Europa orientale, al top del caldo
I settori orientali del continente, complice una configurazione barica ciclonica che predilige i settori centro occidentali, permangono quelli più miti dell'intera Europa. Le ultime rilevazioni termiche, risalenti a circa un'ora fa, dicono che Izmir, Turchia, registrava una temperatura di 29.9, seguita da Belgrado con 29.8, Larnaca ed Atene 29.6, Kiev 29.4, Bucarest 28.9, Odessa 28.3, Tirana 27.8, Lviv 25.9, Voronez, Russia, 25.7, Sofia 25.0.

Fortissimi temporali isolati in Emilia

L'enorme enrgia accumulatisi durante una giornata abbastanza afosa ha creato le premesse all'arrivo di aria più instabile in quota di forti temporali in Emilia. In alcuni casi si è trattato di veri nubifragi, con allagamento parziale delle strade, come ad esempio nel modenese, a Carpi. Nell'immagine radar possiamo vedere con il colore rosso i temporali più violenti.



12 giugno

Forti temporali tra Emilia, Veneto e Lombardia

La pianura padana, lo si sa, è la terra più favorevole ai forti eventi temporaleschi in Italia. Anche oggi, viste le condizioni estremanente instabili della troposfera, registriamo eventi intensi tra Emilia, Veneto e Lombardia orientale, come si può vedere dall'imamgine radar. Il rosso indica la parte più attiva del temporale.



Ultima modifica di willy il Mar Lug 08, 2008 10:15 pm, modificato 3 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Lun Giu 16, 2008 11:06 pm

13 giugno

Lo scatto fotografico, realizzato nei pressi di Cavanella d'Adige in comune di Chioggia (VE), evidenzia all'interno del cerchio rosso la presenza di un tromba d'aria verso est, nei pressi della foce del Fiume Adige. L'immagine si riferisce alle ore 8 di questa mattina, autore Luca Sassetto.



Siviglia 31 gradi, Lisbona 30

Temperature in ulteriore aumento su Spagna e Portogallo. Oggi risultano essere tra le aree più calde del continente. Come detto in sede titolare, Siviglia toccava i 31 gradi circa un'ora fa, Lisbona 30.0. Tra le due si inseriva Izmir, Turchia, con 30.5. Segnaliamo anche Madrid, che tocca i 27.4, due decimi di grado in più su Atene, 27.6. Meno caldo sull'Europa orientale, tuttavia segnaliamo i 27.1 di Bucarest e i 26.0 Voronez, Russia.

Temporali tra Liguria e Romagna
Il riscaldamento diurno sta favorendo quell'incremento dell'instabilità previsto sin dalla mattinata. I fenomeni, come nelle attese, interessano soprattutto le regioni settentrionali e l'alto Adriatico. Le ultime segnalazioni provenienti dalle stazioni dell'Aeronautica Militare indicano temporali sparsi nel genovese, ad esempio sul Passo dei Giovi, la stessa Genova, Capo Mele ed Albenga. Rovesci temporaleschi anche tra Ravenna, Ferrara, Forlì e Rimini, mentre piove su Firenze e Pisa. Nell'immagine allegata, la situazione attuale in una delle tante spiagge riminesi, attualmente bagnate dalla pioggia. Webcam per gentile concessione

Temporali a zonzo al nord
L'aria fredda ha fatto il suo ingresso stamane sull'Italia apportando una diffusa nuvolosità, calo termico e temproali e rovesci sparsi. Ecco nell'immagine radar la situazione attuale. Col colore rosso i fenomeni più intensi.



Neve sulle Alpi friulane son nevoso
Segnalata neve sotto i 2000 metri tra le Dolomiti venete e le Alpi friulane. Ha imbiancato sul monte Canin sopra Sella Nevea a 1800 metri e sul monte Lussari sopra Tarvisio, sempre alla stessa altezza. Ma la neve è scesa anche in altre zone delle Alpi orientali a quote inusitate, ma non da record, per la stagione. Nella foto il monte Lussari.



14 giugno

Pianura Padana sotto la pioggia
Stamattina buona parte della pianura padana centro-orientale, dalla Lombardia all'Emilia e al Veneto, è sotto la pioggia Le temperature sono inoltre scese molto, e la sensazione è quella di una mattinata autunnale.



acqua acqua!!! tanta acqua!!! tutti campi allagati!!!!!! +di 3 ore di pioggia intensa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
12° ormai metà di giugno...T° strana..

Alluvioni storiche negli USA
Non accenna a placarsi la pesante ondata di maltempo che da giorni colpisce gli stati centro occidentali degli USA. Piogge alluvionali, venti di burrasca, pesanti grandinate e tornadoes sono stati causati dallo scontro tra un fronte di aria fredda proveniente dal Canada e masse caldo-umide in risalita dal Golfo del Messico. Gli stati più colpiti Ohio e Iowa, ove numerosi corsi d'acqua hanno raggiunto e superato livelli record, storici. Il Cedar River, Iowa, ha toccato livelli mai registrati nei 500 anni precedenti! Ora la depressione si sposta verso est, ad essere minacciati gli stati che si affacciano sulla costa atlantica. Fonte foto ((Steve Pope/Associated Press)




Nei primi giorni della prossima settimana si conferma una transitoria avvezione calda nord-africana, particolarmente attiva sulle regioni meridionali e le Isole Maggiori. Il rialzo termico sarà associato ad una parziale rimonta anticiclonica di matrice sub-tropicale, favorita da un affondo depressionario in corrispondenza della Penisola Iberica. Seguirà il transito di un lieve cavo d'onda, con una lieve contenuta flessione termica ovunque, ma la parte finale della prossima settimana sarà caratterizzata da un probabile consistente aumento termico anche al Centro-Nord, per il rafforzamento di un'Alta Pressione sub-tropicale oceanica dagli elevati geopotenziali. La cartina sotto rappresenta il previsto aumento termico per la giornata di Martedì 17 Giugno, rispetto alla situazione attuale (i valori si riferiscono alla differenza attesa alla quota di 850 hPa, circa 1500 metri d'altezza). Le Isole Maggiori saranno quelle più interessate dalla risalita termica.



15 giugno

stanotte sul monte rosa si son toccati i -17°,martedi ultima sfuriata in attesa dell'estate che stenta a partire.

genova! 30 trombe marine in 1h!!!!!!!!!

16 giugno

30 trombe marine al largo di Genova
Il fenomeno, riportato dalle principali agenzie di stampa, si è verificato questa mattina a 5 miglia al largo del porto di Genova. Si tratta di una trentina di trombe marine che si sono succedute in mare aperto, fortunatamente senza creare danni.
Le 30 trombe marine osservate al largo della città, nel caso specifico, sono state un vento record, osservato solo circa 100 anni fa. Secondo le osservazioni meteo della Capitaneria di Porto, da un cumulonembo si sono formate in rapida successione, anche diverse in contemporanea, ben 30 trombe marine. In quel tratto di mare, le trombe marine non sono fenomeni insoliti, tuttavia, 30 in un'ora sono da record.
Anche nella costa romagnola, ieri mattina, sono state avvistate e fotografate scenografiche trombe marine, alcune anche di notevoli proporzioni. Anche nel pescarese, sempre ieri, sono state avvistate trombe marine.


Freddo insolito al Nord!
Temperature basse, talmente che in molte località della Val Padana centro occidentale, la temperatura si è mantenuta nel pomeriggio attorno a +15°C. Si tratta di valori di almeno 10°C sotto le medie tipiche del periodo.
Bologna 10° di minima

Michigan, 89900 case senza luce
Sono passati 5 giorni da quando una possente ondata di maltempo ha investito l'intero stato del Michigan. Piogge torrenziali, venti di burrasca, pesanti grandinate e 3 tornadoes hanno provocato la morte di 8 persone e ingenti danni a case, esercizi commerciali, linee elettriche, telefoniche e vie di comunicazione. Iniziata mercoledì, si è protratta sino alla giornata di domenica, la corrente è mancata in 730000 abitazioni. Ancora oggi, nonostante la velocità dei lavori, quasi 90000 tra case ed esercizi commerciali sono senza energia elettrica.

Temperature ancora molto basse al Nord
Seconda giornata consecutiva con temperature abbondantemente sotto la media al Nord Italia, quest'oggi soprattutto al Nord Ovest e sui settori alpini. A Milano la massima ha toccato appena i +16°C, a Torino +15.7°C, valori da prima metà di aprile. A Bolzano la temperatura ha raggiunto +16.6°C, ma qui colpiscono i 126 mm di pioggia caduti nelle ultime 12 ore, almeno secondo quanto riportato dal bollettino emesso dalla stazione dell'Aeronautica Militare. Il vento di sud-ovest ha causato un rialzo termico consistente in Romanga, dove Rimini ha toccato +25.2°C. Caldo estivo al Sud, con punte di 35 gradi nel palermitano, e 33 gradi a Catania e Pantelleria. Sopra i 30 gradi anche ad Alghero, in Sardegna.




clima tropicale disastri sparsi x il mondo, non è che c stiamo preparando al 2012?? dubbio

andiamo avanti! bicicletta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mar Giu 17, 2008 10:41 pm

17 giugno

Temperature minime, ecco l'estate

I valori minimi registrati nel corso della notte appena trascorsa evidenziano il respiro mite, persino caldo, estivo. L'aumento è stato generalizzato, sensibile su regioni meridionali e isole. Numerosi gli over 20. La località più calda è stata Pantelleria, con ben 25.2 di minima, seguita a corta distanza da Trapani Birgi, 25.0, poi troviamo Palermo Punta Raisi con 23.7, Capri 23.6, Palermo Boccadifalco 23.4, Lampedusa 22.9, Bonifati 22.8, Gela 22.2. Al nord Trieste raggiunge i 19 gradi, precedendo Capo Mele con 18.6. I valori più bassi in Piemonte, Bric della Croce appena 10 gradi, Torino Caselle 12.8.




Temporale notturno a Genova: fino a 90 mm in un'ora

Un temporale associato ad intensi rovesci di pioggia si è abbattuto in nottata su Genova. Nel centro città sono caduti dai 30 ai 40 mm di pioggia in due o tre ore (28 all'AP di Sestri, 33 ad Albaro), ma in alcuni quartieri periferici gli accumuli sono stati assai più consistenti. A Pegli, quartiere del ponente cittadino, sono caduti 80 mm in due ore, e quasi 90 mm in un'ora sono caduti al Righi, sulla colline immediatamente alle spalle della città. Sulle colline tra Val Bisagno e Valle Sturla si segnalano i 70 mm in due ore e quasi 150 mm in 24 ore, di Viganego. In provincia forti piogge in Valfontanabuona, con 55 mm in un'ora caduti a Cichero. Il nubifragio ha causato alcuni allagamenti in città, soprattutto nella Bassa Valpolcevera tra i quartieri di Sampierdarena e Certosa. Nell'immagine allegata un frame del radar dell'ARPAL che evidenzia le forti precipitazioni di questa notte sul capoluogo ligure.




Temporali a Genova e Venezia

La città genovese è di nuovo sotto un temporale, fenomeno che è presente anche a Venezia e dintorni, come mostrano le fulminazioni allegate. Temporali sparsi si stanno verificando anche sul Tirreno centrale, in moto verso le zone costiere.




Milano la più fredda d'Italia

E' un giugno molto particolare quello che si sta vivendo a Milano e nel nord-ovest d'Italia. Dopo anni in cui l'estate era sempre partita in anticipo, quest'anno si vivono atmosfere anni '70. La città di Milano (stazione di Linate), in questa seconda decade del mese, sta registrando una temperatura media massima di appena 22.1°C, e gli ultimi due giorni non hanno superato, rispettivamente, 16.5°C e 16°C. La media 1961-90 del periodo è 26°C, l'anomalia è quindi pari a -3.9°C, la maggiore tra le città italiane. Segue infatti Torino con un'anomalia di -3.4°C. Rispetto al proprio clima medio, Milano è dunque in questi giorni la città italiana più fredda. Un'inversione di tendenza netta rispetto al recente passato: negli ultimi 20 anni infatti nel capoluogo lombardo le temperature sono cresciute assai di più che nel resto d'Italia e le medie, rispetto a quelle registrate nel trentennio 61/90, si sono alzate di circa 1 grado. Ne deriva che le temperature attuali sono di circa 5 gradi più basse di quelle registrate in questo periodo, in media, negli ultimi 15/20 anni.

Palermo vola a 36 gradi

Caldo un aumento su Sicilia e sud in genere, la stazione palermitana di Punta Raisi ha raggiunto i 36 gradi alle 12:20, circa un'ora fa. Catania Fontanarossa si "ferma" a 34, mentre l'altra stazione palermitana, Boccadifalco, registrava 33 gradi alle 10 circa di stamane! 31 i gradi su Brindisi alle 12:15, 30 su Trapani Birgi alle 09:55 del mattino.


Friuli, poderosi nubifragi

Una forte ondata di maltempo sta interessando la media pianura friulana, con accumuli anche di circa 100 mm in un'ora. E' il caso di Manzano, vicino Udine, mentre sul pordenonese, gli accumuli si orientano in circa 20/30 mm. Nella foto Radar Friuli Venezia Giulia.



Forno "sahariano" per la Sicilia

Soffia l'aria dall'infuocato entroterra africano (punte di 45 gradi in Tunisia!) sulla Sicilia e le temperature si impennano. Palermo ha toccato 38 gradi, altrettanti Catania. Tutta l'isola è stata sopra i 30 gradi. Ma il caldo ha raggiunto anche la Sardegna, con punte attorno ai 35 gradi nel Campidano. Sfiorati i 35 gradi anche a Lamezia Terme in Calabria e in Puglia toccati i 32 gradi a Brindisi e sfiorati nella molisana Termoli. Ma anche al nord le temperature sono in ripresa, con Verona e Ferrara a guidare la risalita con rispettivamente 27.6°C e 28.5°C. Ancora fresco, ma con qualche grado più di ieri al nord-ovest: Milano ha toccato 19.5°C e Torino ha superato di poco i 20 gradi. Da domani torna il sole un po' per tutti, e le temperature si confermeranno in aumento specie al Nord, mentre al Sud dovrebbero calare leggermente.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mer Giu 18, 2008 12:07 am

bella cvarovana di temporali

Ancora una passata temporalesca molto intensa su buona parte della pianura padana, dalla Lombardia all'Emilia sino al Veneto. Come si vede dall'immagine radar, le celle temporalesche (colore rosso) sono molto numerose e si irradiano su tre linee principali, da sud-ovest a nord-est.



18giugno


Ultime piogge sul Nord-Est
La mattinata odierna si è aperta con condizioni in netto miglioramento quasi ovunque, grazie all'espansione di un mite contributo anticiclonico d'origine oceanica, al seguito della modesta onda ciclonica ancora in transito sulle Alpi Orientali. Residue precipitazioni sono in atto sul Veneto Orientale e sulla Venezia Giulia, mentre qualche isolato piovasco è presente anche sulle Marche. Una debole area d'instabilità insiste sul Basso Tirreno in mare aperto, mentre il sereno guadagna ampio spazio sui rimanenti settori di ponente della Penisola. L'immagine in atto rappresenta i fenomeni ancora in atto sul Friuli Venezia Giulia.



Palermo Boccadifalco, minima di 28 gradi!

La stazione palermitana Boccadifalco ha fatto registrare una temperatura minima davvero notavole, visto che il termometro si è fermato a 28.2. Staccata Palermo Punta Raisi, l'altra stazione, che ha registrato una minima di 23.7. Ma su molte regioni del sud sono stati frequenti valori superiori ai 20 gradi, anche di parecchio. Capo Palinuro ad esempio registrava 23.8 gradi, Bonifati 23.6, Gela 23.0, Termoli 22.0. Segnaliamo anche la stazione di Napoli Capodichino con 21.7, mentre al nord il valore maggiore è stato segnato da Trieste con 18.2.




Catania raggiunge i 34 gradi Cool prev2

E' ancora la Sicilia la regione più calda dello stivale, ma con essa troviamo anche la Puglia. La stazione di Catania Sigonella faceva registrare 34 gradi alle 12:55, circa mezzora fa, staccando l'altra stazione catanese, Fontanarossa, ove la temperatura alle 12:50 era di 30 gradi. Palermo raggiunge invece i 30 gradi su Boccadifalco, sempre alle 12:55, mentre Foggia e Bari rispettivamente 30 e 31.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Gio Giu 19, 2008 8:17 pm

19 giugno
anticiclone garanzia di stabilità!

Spagna ed Europa orientale le più calde

Sono queste le aree continentali che registrano le temperature più elevate della giornata odierna. Al di la di Larnaca, Cipro, con 34 gradi circa un'ora fa, altrove non è stata varcata la soglia dei 30. Segue infatti Siviglia con 28, poi Krasnodar, Russia, e Tirana, Albania, con 27. 25 gradi su Sofia, capitale bulgara, appena un decimo sotto Bucarest, capitale rumena, con 24.9.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Lun Giu 23, 2008 11:40 pm

23 giugno il caldo si fa sentire bevuta

Verona al record di giugno

36 gradi! E' questa la temperatura massima registrata oggi a Verona Villafranca, che supera il precedente record di giugno, 35.8°C registrato nel 2005. Ma non solo a Verona ha fatto caldissimo. In quasi tutta Italia le temperature sono andate sopra i 30 gradi, in qualche altro caso sopra i 35 (Ferrara, Pescara, Guidonia). Caldissime Emilia orientale e Romagna, con +34.6°C a Bologna e Cervia e +34.3°C a Forlì. Oltre 33 gradi a Milano, Firenze e Roma. La città più fresca è stata Genova con +26.5°C, valore comunque sopra la media del periodo. L'estate italiana dovrebbe fornire solo poche occasioni all'anno per raggiungere queste temperature, ma negli ultimi anni eventi simili, causa un'ingerenza maggiore delle masse d'aria di origine africana sul Mediterraneo, sono diventati assai più frequenti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mar Giu 24, 2008 10:46 pm

24 giugno
Grandine disastrosa in Germania
Aria caldo ed umida ha dato energia a poderosi super temporali in mezza Germania, con nubifragi, trombe d'aria e persino grandinate di inaudita violenza. Purtroppo, sempre più spesso, in Europa avvengono estremi meteo di questa portata, ed alle volte li osserviamo anche in Italia
video https://www.youtube.com/watch?v=PWQh_KHZtTo affraid


"Over" 25 nel corso della notte

Temperature minime particolarmente calde anche stanotte, in talune località peninsulari sono stati superati o raggiunti i 25 gradi. La stazione più calda in assoluto è risultata quella di Capo Caccia, Sardegna nord occidentale, ove il termometro ha fatto segnare un valore di ben 25.8, precedendo S.Maria di Leuca con 25.2 e Termoli con 25.0. Su Messina e Cozzo Spadaro 24 gradi, 23 su Trieste, 21.9 su Treviso Istrana e Venezia. La stazione di Olbia Costa Smeralda si conferma come una delle più fresche, stanotte addirittura la più fresca in assoluto con 14.1 di minima, precedendo Amendola con 14.8.



Atene e Bucarest, gran caldo

L'Europa orientale si conferma ancora una volta fucina di gran caldo. Oltre a Izmir, con 36.3 gradi, troviamo Atene con 35.4 e Bucarest con 34.9. Tra i valori registrati circa un'ora fa menzioniamo anche Belgrado con 33.1, Sofia 30.3, Lione 29.3, Vienna 28 gradi.



Ultima modifica di willy il Mer Giu 25, 2008 10:32 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mer Giu 25, 2008 10:30 pm

25 giugno

Forti temporali insistono in Germania
Anche stamani i fenomeni temporaleschi più violenti si stanno registrando in Germania, Belgio, fino al confine francese. Si registrano fino ad 84 scariche nube-terra ogni 30 minuti.


Dal satellite il temporale di Bolzano

Il violento temporale altoatesino, che ha causato così gravi danni ed allagamenti, è ben evidenziabile dall'immagine satellitare di ieri sera, che mostra le tipiche nubi temporalesche di forma rotondeggiante (perché si espandono in tutte le direzioni una volta raggiunta la Tropopausa). FONTE: EUTMETSAT 2008



Clima rovente, la canicola nord-africana non concede tregua

Le rilevazioni termiche risalenti a circa un'ora fa indicano Spagna e settori orientali del continente come le aree più calde d'Europa (ad esclusione dell'Italia chiaramente). Siviglia e Larnaca le stazioni più calde, entrambe con 33 gradi, seguite da Tirana, Albania, con 32.0. Sofia, capitale bulgara, registrava invece un valore termico di 31 gradi, Madrid 29.9, Bucarest, capitale rumena, 29.5. Con 29 gradi, invece, Odessa, Ucraina, e Belgrado.



Oltre i 35 gradi a metà mattino

La città più calda della notte è stata Termoli, che ha registrato ben 27 gradi! Segue Trieste con 25.0, S.Maria di Leuca 24.8, Capri e Capo Caccia 24.6, Ponza 24.2, Capo Mele, Campobasso, Messina, Cozzo Spadaro tutte con 24 gradi. Laddove le temperature sono state più fresche, o meglio, meno elevate, non si è scesi al di sotto dei 17 gradi. Troviamo Catania Sigonella con 17.0, Roma Fiumicino con 17.2, poi Decimomannu e Amendola entrambe con 17.4, infine Arezzo 17.6.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Dom Giu 29, 2008 11:37 pm

28 giugno

Violento temporale a Verona: 70 mm!

Un violentissimo temporale ha colpito questa notte la città di Verona. L'aeroporto di Villafranca ha segnato la caduta di ben 70 mm di pioggia in 12 ore. L'immagine satellitare mostra gli intensi nuclei temporaleschi presenti questa notte alle ore 02, ed interessanti il Veneto. Il corpo temporalesco, attenuandosi, è poi migrato verso sud est, interessando l'Emilia e la Romagna. FONTE: EUTMETSAT 2008



Termoli, la minima più alta

E' la città molisana la località più calda della notte. La sua temperatura minima si è attestata sui 25.4, precedendo Cozzo Spadaro con 25.0, S.Maria di Leuca 24.6, Messina 24.2. Al nord Rimini risulta la stazione più calda, 23.4, precedendo così Capo Mele e Treviso Istrana con 23.0. Per quel che concerne le località più fresche, troviamo Alghero, 17.5, Arezzo 17.6, Pescara 17.7 e Grosseto 17.8.



Europa, città oltre i 30 gradi

Le ultime rilevazioni termiche, risalenti a circa 30 minuti fa, evidenziano come molte città europee siano già "sotto" la morsa dei 30 gradi. Sono 32.7 su Izmir, 30.3 su Bucarest, 30.2 su Ankara, 30.1 Bastia, 30 gradi Larnaca. Odessa 29.6, Krasnodar, Russia, 29, Madrid 28.0.



Temporali sul Centro Sud
Numerosi focolai temporaleschi sono presenti sul Centro Sud, specie sulla dorsale appenninica. Sono temporali da instabilità pomeridiana. I temporali più intensi si stanno al momento verificando sulle zone interne della Basilicata e della Sicilia


Le correnti in quota da nord est stanno trascinando i temporali, presenti sulla dorsale appenninica, in direzione delle coste della campania. Le province di Caserta, Benevento, Avellino e Salerno sono sottoposte alle fulminazione temporalesche, così come la provincia di Isernia, in Molise, e quella di Frosinone, nel Lazio. FONTE: EUTMETSAT 2008




29 giugno

si presenta 1a domenica infernale! sigh

Il mix di temperature elevatissime ed alta umidità, sta rendendo le prime ore di questa mattinata estiva festiva di difficile sopportazione, non solo nelle grandi città. Diffusissimi un po' in tutta Italia valori di umidità relativa superiori al 60%, abbinati a temperature che già a metà mattinata superano agevolmente i 27/28 gradi. Lungo alcuni tratti costieri della Sardegna si segnalano anche nebbie d'avvezione, originate dal contatto della superficie del mare, ancora relativamente fredda, con l'aria calda soprastante. In giornata probabilità di sviluppo di celle temporalesche in varie parti del Nord e lungo il crinale Appenninico

L'osservazione delle temperature minime registrate nel corso della notte evidenzia la presenza di valori superiori ai 20 gradi su buona parte della penisola. La località più calda è stata Capo Mele, con 26 gradi, seguita a corta distanza da Termoli, ancora la città più calda, con 25.8. Sui 25 gradi troviamo Brindisi e Messina, 24.8 Cozzo Spadaro e S.Maria di Leuca. Al nord da segnalare i 24.2 di Trieste ed i 20.8 di Bolzano. La temperatura più bassa è stata quella di Olbia Costa Smeralda, ove il termometro si è fermato a 16.3, staccando Pescara con i suoi 18.9



rinfrescata all'orizzonte?? dubbio

Continuano ad arrivare conferme su un cambiamento circolatorio netto intorno al 4/6 luglio, quando una saccatura nord-atlantica dovrebbe riuscire a spingersi fino alla Francia e di lì penetrare in Italia settentrionale e successivamente altrove. Ecco utilizzando GFS spescial le diminuzioni termiche previste a 850 hPa per il 5/6 luglio rispetto ad oggi. Notare che l'area alpina vedrebbe un vero e proprio crollo termico superiore anche ai -10°C, con punte prossime a -15°C rispetto ad oggi.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Lun Giu 30, 2008 12:40 am

Violente precipitazioni temporalesche si stanno abbattendo in queste ore serali su buona parte della Lombardia Centro-Occidentale: particolarmente interessata la zona dei Grandi Laghi, sul comasco le precipitazioni, che hanno ragggiunto accumuli localmente superiori ai 50 mm, sono state accompagnate da frequenti grandinate. I fenomeni stanno colpendo con particolare intensità anche il milanese, con forti colpi di vento che hanno abbattuto piante ed impalcature. Segnalati totali pluviometrici di 35 millimetri sul nord della metropoli milanese, quasi 30 millimetri su Sempione. La fase di maltempo non è ancora conclusa, le precipitazioni sono ancora in corso, come evidenzia la fotografia riprodotta dal radar, in riferimento all'intensità dei fenomeni (in rosso le zone attualmente più colpite).

pulci shi t vola via la pianta da balcone!!!! Very Happy

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mar Lug 01, 2008 12:13 am

30 giugno

Milano, danni per la burrasca

Il forte temporale che ieri sera ha interessato l'area milanese, città compresa, ha portato un sensibile sollievo al caldo opprimente. Purtroppo, le fortissime raffiche di vento, hanno causato molti danni, con cartelli stradali abbattuti, alberi spezzati ed etc. Sono state misurate raffiche di circa 80 km/h. Ecco un video eloquente sul temporale di ieri.

https://www.youtube.com/watch?v=tg-n_7bCYqk


Termoli, città più calda della notte

Ancora una volta è la località molisana ad aggiudicarsi la palma come stazione più calda della notte. La temperatura minima è stata di 25.4, precedendo così Cozzo Spadaro con 25.0, Messina e S.Maria di Leuca 24.8, Ponza 24.4. Al nord segnaliamo i 23.8 di Genova Sestri e Rimini, i 23.4 di Trieste e i 23.0 di Capo Mele. Torino Caselle con i suoi 16.6 è stata invece la città più fresca, precedendo Milano Malpensa con 17.0 e Bric della Croce con 17.2.



Atene e Madrid, fa caldo

Le rilevazioni termiche continentali indicano Grecia e Spagna come le aree più calde. Le rilevazioni di circa 30 minuti fa davano una temperatura di 34 gradi su Madrid, Atene a seguire con 33.6. Caldo anche sui Balcani, Tirana 32.8, Belgrado 31.1. Tra le due si inserisce Bucarest con 32 gradi.




Possibili forti temporali da stasera al nord, anche in pianura

Le ultime eleborazioni modellstiche indicano un'alta probabilità di attività convettiva sul nord Italia a partire da questa serata, non solo sui monti, ma in estensione anche alla pianura padana. Infatti arriverà aria un po' più fresca in quota, in grado di attivare forti moti verticali, anche grazie all'alta energia igro-termica presente sulla pianura padana. Come possiamo vedere dalla mappa WRF MTG le piogge potrebbero essere anche forti e interessare soprattutto la Lombardia, ma si potrebbe dire meglio quasi tutto il nord. Fare attenzione quindi stasera, stanotte e domani mattina.

study




Numerosi temporali oggi pomeriggio
Numerosi sono stati i fenomeni temporaleschi che hanno interessato la nostra Penisola nella giornata di oggi. Si comincia con un'immagine globale dell'Italia, che, attorno alle 15, vedeva fenomeni temporaleschi concentrati soprattutto al Centro Sud, ed anche sulle Isole Maggiori, in prevalenza sulle zone interne, mentre al Nord temporali erano presenti in Liguria, e , in misura minore, sulle Alpi Friulane.







Bologna questa sera moltixima afa! nn si respira fuori... bevuta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mar Lug 01, 2008 11:29 pm

1 luglio!!

Fine Giugno secco sull'Italia

L'ultima settimana di Giugno è stata caratterizzata da una drastica riduzione delle precipitazioni, grazie al predominio di una vasta cella anticiclonica. I fenomeni, generalmente scarsi, hanno solo di rado superato i 10 millimetri lungo le stazioni meteo ufficiali e sono perlopiù riconducibili all'attività temporalesca che ha preso vigore negli ultimi giorni della settimana. La zona localizzata di piogge sul Nord Italia si riferisce al forte temporale che, nella notte tra il 27 ed il 28, ha interessato il veronese con picchi di oltre 50 millimetri. La cartina in basso si riferisce ai totali pluviometrici fino al 28 Giugno, quindi non tiene conto delle precipitazioni avute nelle ultime 48 ore.




Caldo, ma quanto siamo sopra la media?

La lunga ondata di caldo, che ha preso piede con l'inizio della terza decade di Giugno, non ha mostrato toni eccessivamente estremi, come accaduto in alcune annate recenti. Solo per questo motivo, tale onda di calore non risulta così eccezionale, tuttavia lo sarebbe in raffronto ai mesi di Giugno climaticamente più clementi a cui eravamo abituati prima degli anni 2000. La costanza con cui va avanti l'ondata di caldo è tuttavia notevole, determinando così una lunga anomalia che va avanti da ormai oltre 10 giorni. Sulle zone centro-orientali del Nord si sono avuti i maggiori surplus rispetto alla media, con temperature medie che hanno superato di oltre 5 gradi i valori tipici del periodo. La media dell'intera Nazione ammonta a circa 4 gradi positivi, grazie alle anomalie più contenute sul Sud e sulle Isole. Il riferimento della mappa va dal 22 al 28 Giugno, risulta assai evidente come tutta l'Europa Mediterranea abbia risentito della moderata ondata di caldo, riconducibile al dominio, fino a metà della scorsa settimana, di una vigorosa cella altopressoria con radice sub-tropicale.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mer Lug 02, 2008 10:38 pm

2 luglio

Fortissimi temporali su ovest Emilia in spostamento verso est

Celle ben localizzate ma estremamente pericolse si sono formate sull'Emilia occidentale nel pomeriggio, in particolare sul piacentino come già riportato. Successivamente si sono spostate verso il parmense mantenendo ancora forte intensità, e autorigenerandosi. Ora stanno per entrare nel territorio raggiano, spostandosi verso oriente.




temperature europee

Le rilevazioni termiche relative alle principali città europee, risalenti a circa un'ora fa, mettono in cima alla lista Izmir, Turchia, con ben 36 gradi. Segue Larnaca, Cipro, con 34, Staccate Siviglia e Tirana, 31 gradi. Poi troviamo Bastia, con 30, Berlino 29.2, Belgrado e Lione 29. Altra città francese, ma stavolta parliamo di temperature piuttosto fresche: Nantes 16 gradi, Krasnodar (Russia) 17, La Coruna (Spagna) 18, Oslo 20.8, Lisbona 22.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Lun Lug 07, 2008 11:47 pm

5luglio

Intense piogge in Inghilterra
Mentre il Mediterraneo è alle prese con una tenace tenuta anticiclonica subtropicale, l'Europa occidentale ed in particolare le isole britanniche fanno i conti con clima decisamente fresco e piovoso, figlio del flusso perturbato oceanico. Per la giornata odierna sono attese forti rovesci in alcune aree dell'Inghilterra, tanto che il servizio meteo nazionale ha diramato un'allerta meteo. Le aree più colpite dovrebbero essere la contea dello Yorkshire, Lancashire e Cumbria. Aree in cui potrebbero cadere più di 20-30 mm di pioggia in meno di 2-3 ore. I disagi maggiori potrebbero venire dal traffico. L'immagine allegata, modello GFS-MTG, mostra la situazione barica attesa per le ore 12Z della giornata odierna. Evidente una profonda area di bassa pressione interessare le isole britanniche, con altezze di geopotenziale sino ai 552 dam.


6luglio

Iniziano i primi temporali
Le prime manifestazioni temporalesche, attese per la giornata di oggi, si stanno verificando, questa mattina, sul settore nord occidentale, in particolare tra alto Piemonte ed alta Lombardia occidentale (Biella, Verbania, Varesotto e Comasco). Un altro nucleo temporalesco si avvicina dalla Francia.

Buona parte del Nord sotto temporali
Come visibile dalla mappa radar composita, i temporali stanno interessando soprattutto le località a nord del Po, in particolare Alpi e Prealpi, tuttavia adesso i fenomeni si sono estesi a latitudini più basse in Piemonte, Veneto e Friuli. I fenomeni sono localmente molto intensi: si segnalano fino 70-100 mm in Piemonte e in Lombardia.



Soffia il Garbino, il foehn appenninico
Sull'Emilia, la Romagna e le Marche oggi pomeriggio soffia forte il vento di caduta appenninico, come sempre con correnti sud-occidentali molto tese. Ecco quindi che le temperatrue si impennano sopra i +20°C, con punte di +34°C e l'UR scende sotto il 30%.



7luglio

Fino a 42 mm al Passo Rolle
I forti temporali di ieri hanno provocato pioggia in abbondanza sulle zone altoatesine, dove si sono registrati 42 mm di pioggia al Passo Rolle, 40 mm a Bolzano, 34 mm al Passo Resia, e 31 mm a Dobbiaco. Si segnala anche il temporale veneziano di ieri, che ha regalato alla città 23,4 mm di pioggia, nonchè quantitativi più abbondanti in altre zone del Veneto.





In arrivo venti intensi sui nostri mari

Il passaggio della coda di una perturbazione atlantica, avrà il merito di movimentare l'aria sull'Italia Centrale. In particolare, per questa notte sono previsti intensi venti di libeccio sulla Corsica settentrionale e sulla costa toscana centro meridionale, inoltre venti di Maestrale piuttosto intensi ad est della Sardegna, ed infine vento di garbino lungo la Romagna e le Marche



India, record di piogge nel nord
I mesi di giugno e luglio sono sovente estremamente piovosi su molte aree dell'India settentrionale, ove il monsone scarica abbondanti precipitazioni. Nel mese scorso l'area di Chandigarh ha battuto il record di piovosità dell'intero mese di giugno, che resisteva dal 1988. Caduti infatti 376.4 mm, contro i precedenti 256.6. Tuttavia resiste ancora il record del giorno più piovoso, sempre nel 1988, quando in un sol giorno vennero raggiunti i 196.5 mm. Quest'anno ci si è fermati, si fa per dire, a 179.6. (fonte immagine

Tromba d'aria nel veneziano: il video
E' stata una due giorni temporalesca al Nord Italia, soprattutto al nord del Po. Dal Piemonte, alla Lombardia, dal Veneto al Friuli, piogge torrenziali, grandinate, violente raffiche di vento, si sono succedute, provocando danni materiali e spaventi a molte persone. Non sono mancate le trombe d'aria, in questo video ve ne mostriamo una che ha interessato il litorale veneziano nella zona di Cavallino Treporti.

https://www.youtube.com/watch?v=_k11VCcT4A0
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mar Lug 08, 2008 10:14 pm

8 luglio

Nord Italia, nuova cattiva area temporalesca

Da qualche ora si è attivata un'area di intensissima attività temporalesca che dopo aver interessato comasco, Brianza e bergamasco, tocca il bresciano e viaggia verso il veronese, segnaliamo rovesci di forte grandine, raffiche violentissime di vento. A breve irromperà nelle province di Verona, Vicenza, Treviso, Padova e Venezia. Il movimento verso oriente indica possibile un nuovo peggioramento anche in Friuli Venezia Giulia.



Nord Italia, grandine record, trombe d'aria

In primissima mattinata, in esclusiva per il Meteo Giornale, speciale Maltempo Nord Italia, con grandine record e trombe d'aria. Cronaca ed analisi del meteo estremo di questi giorni.

Como, esonda il Lago
Il lago di Como esonda lievemente in città, era un fenomeno prevedibile dopo le forti piogge che si sono avute in tutto il bacino idrografico. Nel fine settimana, nel fondovalle della Valtellina sono caduti circa 100 mm di pioggia. Nella foto, il Lago di Como visto dall'Aereo Club posto ad ovest della città.



Catania Sigonella +43°C:affraid: magna bevuta

Gli effetti dell'onda calda di origine africana, si stanno facendo sentire in Sicilia già di primo mattino, con temperature, alle ore 09, che raggiungono i +34,1°C a Palermo Punta Raisi, +31,4°C a Messina, e +30,6°C all'altro aeroporto palermitano di Boccadifalco. +28,7°C è la temperatura registrata a Catania, mentre sul versante adriatico soffia il Garbino, con +29,2°C misurati a Termoli, +27,7°C a Pescara, e +28°C a Bari.

Catania sfonda il muro dei 40°C, la stazione meteo di Sigonella mezz'ora fa misurava 41°C, a Fontanarossa, quindi praticamente a Catania, il termometro era +39,1°C, mentre 41°C si sono misurati anche in prossimità della costa, verso Messina. E' calura africana in tutta la Sicilia orientale, dove affluisce il calore trasportato da Libeccio. Ed anche in Puglia, ad eccezionale del Salento, la temperatura è altissima, dopo gli oltre 40°C di ieri nel foggiano, a Bari si segnano 38°C, a Brindisi 37°C.
L'aria caldissima che interessa la Sicilia, in queste ore si va attenuando e la temperatura del settore orientale è scesa sino a 10°C, ma nel primissimo pomeriggio, dopo i 40°C di Catania, sono meritevoli di citazione di 43°C di Catania Sigonella.

Bertha avvia la stagione uragani sballa

Il Centro del controllo degli uragani di Miami ha attribuito a Bertha categoria 3 (scala di Saffir-Simpson che va da 1 a 5). La sua posizione è nel centro dell'Atlantico tropicale, e si sposterà verso nord ovest.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mer Lug 09, 2008 11:21 pm

9 luglio

Sempre a zero l'attività solare

Anche nel corso di questo mese di Luglio, non si notano sintomi di una ripresa del Ciclo Solare verso i massimi previsti per il 2012. Dallo scorso 23 Giugno non si notano più macchie sul disco solare, mentre anche il flusso solare è ridotto quasi a zero, su livelli inferiori a quelli misurati, ad esempio, in Aprile e Maggio.




Valori minimi, gran caldo al sud

Mentre sul resto del paese si è registrato un generale quanto lieve calo delle temperature minime, al sud e sulla Sicilia permangono valori abbondantemente oltre le medie stagionali. La stazione più calda si conferma Termoli con 26.2, seguita da Brindisi con 26.0, S.Maria di Leuca 25.6, Lampedusa 25.5, Messina 25.2. Decisamente fresca la stazione di Arezzo, in assoluto, con 11.6 di minima. Altro valore interessante i 14.6 di Alghero



Tornado violento a sud di Padova Come ampiamente documentato nel Forum di Meteo Triveneto, dall'analisi dei radar e dei danni, riteniamo che nella zona Salboro, immediata periferia sud di Padova, nel pomeriggio di domenica, sia stato un tornado, e non raffiche di vento del temporale, a cagionare danni agli edifici ed alle cose. Senz'altro è stato un evento atmosferico di straordinaria intensità.

Europa, le città più calde e fresche
Il pomeriggio odierno evidenzia la persistenza del caldo estivo sui settori meridionali del continente, soprattutto il bacino del Mediterraneo, mentre quelli settentrionali risultano decisamente più freschi a causa dell'azione ciclonica oceanica. La località più calda, le rilevazioni risalgono a più di un'ora fa, è Izmir, con 37 gradi. Segue Siviglia, 35, Madrid 34.2, Larnaca e Ankara 32.0, Tirana 30.0. Ai poli opposti troviamo Dublino, 13.0, Bruxelles 16.0, S.Pietroburgo e Praga 17.0, Amsterdam 17.1, Varsavia 17.3.




FACCIO UNA PARENTESI SU UN FATTO ANOMALO
GHICCIAO PERITO MORENO

Malauguratamente dei ricercatori argentini hanno scoperto, effettuando dei rilevamenti nell'estate del 2007, che il Ghiacciaio Perito Moreno risente del surriscaldamento globale e quindi non è più giusto definirlo come un ghiacciaio in espansione (ha perso ben 14 metri di spessore). Periodicamente il ghiacciaio avanzava nel Lago Argentino, dalla tipica forma ad L, formando una diga naturale che separa le due metà del lago quando raggiunge la riva opposta. Senza via di fuga, il livello dell'acqua della parte del lago detta Brazo Rico può salire di oltre 30 metri rispetto al consueto livello del lago. L'enorme pressione prodotta da questa massa d'acqua finisce per rompere la barriera di ghiaccio che la ostacola, dando luogo ad un evento spettacolare. Questo ciclo diga/rottura non è regolare e ricorre a frequenze che variano da due volte l'anno fino a meno di una volta per decennio
La fronte del Perito Moreno è ampia 5 chilometri, ed ha un'altezza media di 60 metri sulla superficie dell'acqua, con una profondità totale del ghiaccio di 170 metri. Avanza ad una velocità di quasi 2 metri al giorno (intorno ai 700 metri all'anno), sebbene perda massa ad un ritmo praticamente analogo, il che significa che, se si escludono piccole variazioni, la fronte non è avanzata né indietreggiata negli ultimi 90 anni. Il ghiacciaio ha una profondità massima di circa 700 metri.

La prima rottura documentata del ghiacciaio risale al 1917, e in quell'occasione trascinò in acqua un'antica foresta di alberi arrayán. L'ultima rottura è avvenuta nel marzo 2006, e in precedenza, andando a ritroso, nel 2004, 1988, 1984, 1980, 1977, 1975, 1972, 1970, 1966, 1963, 1960, 1956, 1953, 1952, 1947, 1940 e 1934. La frequenza media è una rottura ogni 4-5 anni.

Nel Luglio 2008, durante l'inverno australe, si sono verificate rotture rilevanti che normalmente accadono durante il periodo estivo[1]. Esperti hanno addotto come motivazione il riscaldamento globale.

Il ghiacciaio, situato a 78 km dalla località turistica El Calafate, prende il proprio nome dall'esploratore Francisco Moreno, un pioniere che studiò la regione nel XIX secolo e giocò un ruolo di primo piano nella difesa del territorio argentino nel conflitto sorto intorno alla disputa sul confine internazionale con il Cile
Fonte http://it.wikipedia.org/wiki/Perito_Moreno






http://dailymotion.alice.it/video/x2j4u0_scioglimento-ghiacciaio-petito-more_extreme

http://dailymotion.alice.it/video/x5w64y_riscaldamento-globale_news
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Lun Lug 14, 2008 11:52 pm

12 luglio
Intense precipitazioni sul Piemonte

Un intenso peggioramento serale sta interessando come previsto buona parte del Piemonte, grazie all'ingresso dalla Francia della parte più avanzata del fronte temporalesco atlantico, in movimento da ovest verso est. Esso si va rinvigorendo, poiché viene a contatto con aria più calda ed umida pre-esistente nei bassi strati, terreno fertile per dar manforte ai fenomeni convettivi. La situazione di maltempo di maggior rilevanza sta colpendo il biellese, ove una serie di violenti nubifragi si è accanita sulla stessa città nel corso del pomeriggio, facendo rilevare ben 92 millimetri di pioggia. Da segnalare immediate conseguenze idrogeologiche nella zona più colpita, come evidenzia la foto della piena del torrente Ponzone, a cura del forumista Angelo Giovi.



Nubifragi a ripetizione alta Lombardia

Una forte fase di maltempo interessa il nord della Lombardia, nel pomeriggio investito il comasco, con temporale violentissimi. Un'ora fa, fortunale su Milano ed hinterland, in alcune zone con grandine



13 luglio

Valtellina, quasi alluvione

Una eccezionale ondata di maltempo ha interessato il nord della Lombardia, caduti dalle mezzanotte da 50 a 120 mm di pioggia che si sommano ai nubifragi avvenuti ieri, dopo le piogge torrenziali di quasi una settimana fa. Le notizie diffuse dai mass media, parlano di allagamenti e frane in Valtellina, ma anche nelle province di Como e Lecco, i rilievi prealpini del bergamasco. In effetti è caduta tantissima pioggia, come non succedeva da anni



14 luglio

+40°C in Calabria, caldo africano nel Sud Italia
Mentre nelle regioni più settentrionali del Nord si fanno i conti dei danni causati dal maltempo, il Sud Italia è stato interessato da un'onda calda nord africana. Molte città hanno superato quota +35°C, mentre nelle zone interne della Calabria, la colonnina di mercurio è salita a +40°C.

Temperature minime, netto calo al nord
valori minimi registrati nel corso della notte evidenziano un calo degli stessi sulle regioni settentrionali, in parte anche sul centro, mentre al sud e sulla Sicilia è proseguito il caldo. La stazione più calda è stata quella di Termoli con 26.6, che precede Marina di Ginosa e S.Maria di Leuca entrambe con 26.0. Troviamo poi Lampedusa con 25.6, Trapani Birgi 25.4. Al nord temperature over 20 su Rimini, 22.8, mentre Cervia si è fermata sui 20. Per quel che concerne i valori più bassi troviamo due stazioni appaiate: Bric della Croce e Milano Malpensa entrambe con 14.0, a precedere Torino Caselle con 14.3.



Neve sulle Alpi sopra i 2500 metri
Shocked nevica son nevoso spala pelle

Nevica sulle Alpi sopra i 2500 metri, come si può vedere dalla web cam del Passo dello Stelvio (2700 metri). L'aria nord-atlantica ha causato un brusco e intenso calo termico sull'area alpina, che oltre che provocare forti precipitazioni e nubifragi in molte valli, ha riportato la neve sulle cime alpine. La cosa in sè è più che normale, e accade mediamente tutti gli anni.



Aria nord africana anche su est Europa

I settori orientali dell'Europa si confermano, oggi, particolarmente caldi. Belgrado la città più calda con i suoi 36.5 gradi, seguita da Tirana con 36.2, Izmir 34.7, Larnaca 34.5, Atene 34.4, Bucarest 33.0, Sofia 32.2, Voronez, Mosca e Krasnodar (tutte in Russia) rispettivamente 31.2, 30.7, 30.2.



Temporali intensi su Friuli
In questo momento temporali di forte intensità vengono segnalati sul Friuli, in particolare sulla fascia costiera, anche del Veneto settentrionale. Nell'immagine, la webcam attuale di Lignano Sabbiadoro.

What a Face Shocked

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mer Lug 16, 2008 11:04 pm

16luglio

Clima notturno decisamente più fresco
Le ultime 48 ore hanno portato un diffuso calo termico, avvertibile sia nei valori massimi che nelle minime. Per quel che concerne la nottata appena trascorsa la stazione più calda è stata quella di Termoli, 25.4, seguita da Palermo Punta Raisi con 23.6, Messina e Lampedusa 23.4. Al nord segnaliamo i 20 gradi di Trieste e i 21.4 di Capo Mele. Decisamente fresca la città di Arezzo, con appena 12.0 di minima, precedendo Pescara con 12.6. Segnaliamo anche il valore di Olbia Costa Smeralda, 13.2.



Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Gio Lug 17, 2008 11:09 pm

17luglio

Nottate di luglio gradevoli






Gli "over 30" in Europa

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Lun Lug 21, 2008 11:11 pm

20 luglio

Intensi nuclei temporaleschi, allegati al fronte freddo in transito sul Nord Italia, stanno transitando sulla parte settentrionale di Piemonte e Lombardia, diretti verso il Trentino Alto Adige. Un altro nucleo temporalesco è presente anche sul Friuli.






Un lungo periodo senza macchie

Il Sole ha appena trascorso il suo più lungo periodo privo di macchie solare dall'inizio di questo minimo, restandone totalmente privo dal 23 di Giugno fino allo scorso 18 Luglio. Ne è presente attualmente solo un piccolo gruppo, con flusso solare sempre ai minimi. Dai maggiori centri di studio, non è prevista un'attività significativa fino almeno alla fine dell'anno.





21 luglio




Temporale su Bologna
Un improvviso temporale ha investito Bologna, dove sono caduti oltre 20 mm di pioggia e la temperatura è scesa vicina a +20°C. Attualmente ha ripreso a piovere moderatamente.

Temporale su Ancona
Nella zona di Ancona il tempo sta peggiorando per il sopraggiungere di un'area nuvolosa e foriera di temporali dalla Romagna. Viene segnalata anche una moderata attività elettrica.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mar Lug 22, 2008 11:45 pm

22 luglio

Basilicata, grandine come uova

Violente grandinate si stanno abbattendo sulla provincia di Matera, a generarle una serie di temporali che giungono dall'Appennino. Il fenomeno atmosferico ha destato enorme preoccupazione negli agricoltori, ma anche negli automobilisti. I chicchi di grandine hanno raggiunto il diametro di 3-4 cm.
affraid

Temporali intensi in Campania, Puglia

Le nubi temporalesche, dall'Appennino, traboccano fin sulle zone interne della Campania, fin verso le coste. Temporali colpiscono l'Abruzzo, il Frusinate, le province di Benevento, Avellino, Napoli e Caserta. Un secondo nucleo temporalesco sta colpendo la Puglia e la Basilicata. Alcuni temporali presenti anche sulle montagne Friulane.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Gio Lug 24, 2008 11:42 pm

23 luglio

cat
Artico: 800 mila Kmq in più

La situazione dei ghiacci marini artici, nonostante tutti gli allarmi lanciati nei giorni scorsi, è migliore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: si tratta di circa 800 mila kmq in più di superficie, anche se permane un deficit di circa -1,1 milioni di kmq. Anche i ghiacci Antartici hanno ripreso ad avanzare velocemente, presentando al contrario un surplus di +0,5 milioni di kmq, circa 600 mila in più rispetto ad un anno fa. Il ghiaccio marino totale ha quindi solo un deficit di -600 mila kmq rispetto alla norma, contro i -2,2 milioni di kmq dello stesso periodo dello scorso anno.



24 luglio

Puglia, diversi feriti per la grandine Shocked

Il pomeriggio del 22 luglio verrà ricordato da molti pugliesi per i devastanti temporali. In diverse contrade si sono avuti autentiche trombe d'aria, talvolta anche di grosse dimensioni, mentre nel sud della regione, dove gli eventi estremi non sono infrequenti, è caduta grandine di grosse dimensioni che in diversi casi ha ferito diverse persone. I chicchi di grandine hanno raggiunto le dimensioni massime di 8 cm di diametro, le maggiori segnalate quest'anno dopo la zona del Garda ed il vicentino. La grandine si è vista a macchia di leopardo quasi ovunque, destando enorme preoccupazione negli agricoltori.

Fresco da nord, minime più basse
briv
La notte appena trascorsa evidenzia un ulteriore calo delle temperature minime, specie al sud e sulla Sicilia, ove la rinfrescata è giunta più tardi che altrove. La stazione più calda è stata quella di Messina, minima di 22.6 gradi, segue Lampedusa con 22.1, poi Ponza e Capri con 21.6. Altro valore superiore ai 21 gradi quello registrato dalla stazione sarda di Capo Carbonara, 21.2. La città più fredda si conferma Arezzo, 10.8, seguita da Milano Malpensa con 11.7, Bolzano 13.3, Torino Caselle 13.6.



Le temperature registrate nel corso del tardo pomeriggio evidenziano un aumento delle stesse, dovuto essenzialmente al rinforzo anticiclonico e l'attenuazione del flusso fresco settentrionale. La città più calda risultava Ferrara, con 33 gradi alle ore 17:55, segue Bologna Borgo Panigale, con 31, diverse le località con 30 gradi: Brescia Ghedi, Cagliari Elmas, Decimomannu, Forlì, Perugia, Piacenza, Treviso S.Angelo, Udine Rivolto, Verona Villafranca.


roba da matti prev2 Russia e Turchia le più calde d'Europa

Le ultime rilevazioni termiche, risalenti a circa due ore fa, evidenziano il caldo presente su Russia e Turchia. Ankara la città più calda, 36.4, segue Krasnodar con 34.8, poi Larnaca 34.1. Troviamo poi Madrid, 33.3, Kiev 29.8, Parigi 28.7, Izmir 27.7.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Dom Lug 27, 2008 10:55 pm

27 luglio

La presenza di aria relativamente fredda a 500 hPa favorirà l'instabilità diurna su tutte le zone Alpine e la dorsale Appenninica. Occasionalmente, tali temporali potrebbero raggiungere anche le zone di pianura. Precipitazioni abbondanti sono cadute nella notte in Emilia, oltre 30 mm nel Modenese, e fino a 60 mm nel Ferrarese



Caldo" inverno Antartico

Sulla calotta polare antartica, le temperature sono decisamente superiori alla norma stagionale. Si toccano "punte" di venti gradi oltre la norma, mentre la stazione di Vostok, che in questo periodo dell'anno è talvolta scesa sotto i -80°C, adesso misura solamente -49°C.



Europa meridionale fredda

La mappa delle anomalie termiche ad 850 hPa di ieri, in Europa, mostrano temperature più basse della norma sulla parte meridionale del Continente, in particolare sulla Penisola Iberica, i Balcani ed il Mediterraneo Orientale. Temperature più elevate della norma invece sulla Scandinavia, e l'Europa settentrionale ed orientale in genere



Minime della notte, molti "over" 24





Forti temporali in Basilicata
I forti temporali stanno interessando tutta la Regione, nel Potentino e nel Materano. Ma i fenomeni stanno sconfinando anche in Campania, coinvolgendo anche parte delle confinanti province di Salerno e di Avellino. Nuvole temporalesche sono comunque presenti un po' su tutta l'Italia Centrale, dalla Toscana meridionale verso sud.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Mar Lug 29, 2008 11:49 pm

29 luglio

Le temperature minime della notte evidenziano un ulteriore generale aumento, specie sulle regioni settentrionali. Tanto che Trieste è risultata la stazione più calda con 25 gradi, al pari di Capo Mele. Segue Messina, con 24.8, poi Termoli, 24.6, Palermo Punta Raisi e Capo Carbonara 24.2. Arezzo si conferma invece la stazione più fresca con 16.8 di minima.



Italia reduce da una settimana fresca

La terza decade di Luglio è iniziata sotto un afflusso d'aria piuttosto fresca dai quadranti settentrionali, con temperature scese al di sotto della media d'alcuni gradi. La giornata più fresca, a livello nazionale, è stata il 23 Luglio, con una media di +20,3°C ed un'anomalia complessiva di -2,3°C rispetto ai valori tipici del periodo. Temperature così basse (medie inferiori ai +21°C) non si registravano dal 17 Giugno, a conferma dell'importanza della sferzata di fresco giunta di recente. In questi ultimi giorni di Luglio le temperature sono parecchio risalite, ma ecco nel complesso l'anomalia termica del periodo compreso fra il 20 ed il 26 Luglio, rappresentata nell'immagine in basso: in celestino (colore che riguarda quasi l'intero territorio nazionale) sono rappresentati discostamenti leggeri inferiori alla media, comunque compresi fra 1 e 3 Gradi Celsius.





Molta pioggia nei Balcani dal 20 al 26 Luglio

L'ondata di fresco della scorsa settimana è stata apportata dalle correnti settentrionali al seguito di un cut-off ciclonico che, dalla Penisola Scandinava, ha raggiunto l'area carpatico-danubiana ed i Balcani. Questo spiega le notevoli piogge cadute in quest'area, tanto che tra Romania, Slovenia e Ungheria sono stati raggiunti totali pluviometrici ben superiori ai 100 millimetri. L'Italia è stata solo lambita dagli impulsi instabili, che hanno interessato soprattutto i versanti orientali della Penisola, con particolare riferimento l'Arco Alpino. Nonostante gli esigui quantitativi (raramente superiori ai 25 millimetri), non sono mancati fenomeni di notevole entità anche all'estremo Sud, come alcune grandinate distruttive abbattutesi sulla Puglia.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
willy

avatar

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.08
Età : 32
Località : Bologna Villanova di castenaso

MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   Lun Ago 04, 2008 11:29 pm

3 agosto
Zero termico oltre i 5000 metri


Per il pomeriggio di oggi, si segnala, sotto la spinta di un'Anticiclone Africano, una risalita dello zero termico fino ad oltre 5000 metri di quota sulla Sardegna, evento che capita molto raramente. Sulle Baleari, si porterò oltre i 5200 metri. Anche sulle Alpi avremo un livello di circa 4700-4800 metri, e le eventuali precipitazioni rischieranno di essere piovose anche alle quote più elevate








5agosto

Con ben 26.8 di minima, la città molisana conquista la palma di città più calda d'Italia. Precede Trieste, 25.8, Cozzo Spadaro 25.2, Marina di Ginosa 25.0, S.Maria di Leuca, Messina e Gela 24.8. Al Nord segnaliamo anche i 24.3 di Capo Mele, i 23.8 di Genova Sestri, i 22.3 di Venezia Tessera. Arezzo si conferma invece la città più fresca con 17.4 di minima.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: DIARIO ESTATE 2008   

Torna in alto Andare in basso
 
DIARIO ESTATE 2008
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
MeteoFlash :: Meteorologia Generale :: Dati Statistiche-
Vai verso: